La Vigna di Rachele: Riti Spirituali Post-Aborto

 
 
Per ritrovare speranza dopo l'aborto: La Vigna di Rachele
Proposte di ritiro spirituale ed accompagnamento personale
per chi sta vivendo il dramma di un aborto avvenuto
 
La donna che abortisce (ma non solo lei, spesso anche chi le sta vicino) può trovarsi a vivere un dolore profondo e sordido a causa dell'aborto avvenuto, ma per lo più non riceve attenzioni ne aiuti per superarlo, perché l'"interruzione volontaria di gravidanza" viene presentata, nella cultura diffusa, come un fatto "normale", espressione di emancipazione personale, che pertanto non dovrebbe comportare esiti traumatici. C'è il rischio di portare un grosso peso in totale solitudine.

Soffri per l'esperienza di un aborto volontario? Conosci qualcuno che ne soffre, che cerca ancora la pace, anche dopo molti anni? Questa proposta è per voi.
L'amore divino di Gesù sana le ferite dell'animo e restituisce pace e speranza.

Partecipa e/o invita a partecipare ad uno dei ritiri spirituali proposto da "La Vigna di Rachele". "La Vigna di Rachele" è un servizio pastorale cattolico nato negli Stati Uniti e ormai presente in 20 Nazioni. In comunione con la Chiesa, offre un percorso di recupero e di guarigione nel quale delle donne che hanno abortito e che si sono riconciliate con Dio, insieme a degli esperti, offrono il loro aiuto per fare ritrovare speranza dopo l'aborto ad altre donne. Più di 100.000 persone hanno già trovato aiuto e speranza attraverso gli incontri de "La vigna di Rachele".
Non solo le donne sono però benvenute, ma anche coppie o parenti o operatori sanitari: Chi abbia avuto a che fare in qualche modo con un aborto procurato e avverta la necessità di superarne le ferite.

Per conoscere le date dei prossimi ritiri spirituali o chiedere informazioni visita: www.vignadirachele.org

Tutte le donne e gli uomini interessati possono chiedere informazioni via email alla Coordinatrice nazionale, Monika:
info.vignadirachele@yahoo.it
Ogni richiesta d'informazione verrà trattata con il massimo rispetto per la privacy personale.
 
 
Nello stile della riconciliazione e della speranza
 
L'esperienza è vissuta nello spirito di accoglienza e riconciliazione indicato dal papa nella Lettera Enciclica Evangelium vitae (n. 99):

"Un pensiero speciale
vorrei riservare a voi, donne che avete fatto ricorso all'aborto.
La Chiesa sa quanti condizionamenti
possono aver influito sulla vostra decisione,
e non dubita che in molti casi
s'è trattato d'una decisione sofferta, forse drammatica.

Probabilmente la ferita nel vostro animo non s'è ancor rimarginata.
In realtà, quanto è avvenuto è stato e rimane profondamente ingiusto.
Non lasciatevi prendere, però, dallo scoraggiamento
e non abbandonate la speranza.
Sappiate comprendere, piuttosto, ciò che si è verificato
e interpretatelo nella sua verità.

Se ancora non l'avete fatto,
apritevi con umiltà e fiducia al pentimento:
il Padre di ogni misericordia vi aspetta per offrirvi il suo perdono
e la sua pace nel sacramento della Riconciliazione.
A questo stesso Padre ed alla sua misericordia
voi potete affidare con speranza
il vostro bambino.

Aiutate dal consiglio e dalla vicinanza
di persone amiche e competenti,
potrete essere con la vostra sofferta testimonianza
tra i più eloquenti difensori del diritto di tutti alla vita.
Attraverso il vostro impegno per la vita,
coronato eventualmente dalla nascita di nuove creature
ed esercitato con l'accoglienza e l'attenzione
verso chi è più bisognoso di vicinanza
sarete artefici di un nuovo modo di guardare
alla vita dell'uomo".

Giovanni Paolo II
 
Il Vescovo Luciano Monari | Cerca sacerdoti | Cerca parrocchie | Orari messe | Sacerdoti defunti | Aggiornamenti | Nuove nomine | Email curia | Sinodo Diocesano
A cura del Servizio informatico della Curia di Brescia - WebMaster * Servizio Informatico
Valid XHTML 1.0 TransitionalCSS Valido!